Formazione finanziata con M2 Informatica

opportunità e incentivi su misura per per formare i dipendenti della tua azienda

M2 Informatica è certificata UNI EN ISO 9001 – EA 37 e, quindi, accreditata come ente formativo a livello regionale e nazionale. La certificazione testimonia la nostra capacità di erogare non solo strumenti formativi, ma dei percorsi didattici completi creati da zero, sia standard – accessibili grazie a un catalogo corsi - sia modellati su richieste specifiche.

La certificazione UNI EN ISO 9001 - EA 37 è un prerequisito essenziale per poter offrire alle aziende che intendono usufruire di servizi di formazione, l'accesso a incentivi, come il credito d’imposta previsto dal Piano Formazione 4.0, oppure l'utilizzo di finanziamenti, come quelli erogati dai Fondi Interprofessionali. 

In questo modo l’azienda ottiene un doppio vantaggio: accrescimento del know-how per i dipendenti e recupero di gran parte dei costi sostenuti.

FORMAZIONE 4.0 E FONDI INTERPROFESSIONALI: LE OPPORTUNITà

La formazione continua del personale è indispensabile per mantenere competitiva l'azienda: un investimento necessario che, inevitabilmente, comporta dei costi. Ma gran parte di questi costi possono essere compensati utilizzando gli strumenti giusti.

Accanto ai tradizionali - ma spesso misconosciuti - Fondi Interprofessionali, dal 2018 il Governo mette a disposizione il credito d'imposta. Una misura confermata e ampliata dalla recente Legge di Bilancio.

Formazione 4.0: come funziona e come usufruire del credito d'imposta

01. Cosa si intende per credito d’imposta per la formazione 4.0

Le aziende maturano un credito d’imposta fino ad un massimo del 50% dei costi sostenuti per delle attività di formazione 4.0. Questa misura è valida fino alla fine del 2022.

02. Quali aziende possono usufruire del credito d’imposta per la formazione 4.0

Tutte le imprese, senza distinzione di forma giuridica e settore economico. Non possono usufruire del credito d’imposta i percettori di reddito da lavoro autonomo e le “imprese in difficoltà”.

03. Quali attività formative godono del credito d’imposta?

La formazione deve riguardare le tematiche individuate dal Piano Nazionale Transizione 4.0. Nello specifico:

04. Quali sono le spese ammissibili?

05. A quanto può ammontare il credito d’imposta?

Il credito varia in funzione delle dimensioni dell’azienda, in relazione alla percentuale da applicare e al massimale di credito:

Dimensione impresa

Percentuale del credito

Massimale del credito (€)

Piccola

50%

300.000

Media

40%

250.000

Grande

30%

250.000

06. Come e quando posso usufruire del credito d’imposta?

Il credito relativo alla Formazione 4.0 può essere utilizzato per intero in una sola soluzione, in compensazione, a partire dall’anno successivo a quello nel quale si è maturato il credito.

come può aiutarti M2 Informatica?

Per accedere al credito d’imposta relativo alla Formazione 4.0bisogna seguire un iter e rispettare degli adempimenti precisi. 
M2 Informatica, in quanto Ente Formativo accreditato UNI EN ISO9001 - EA37, è in grado, partendo da una accurata analisi dei fabbisogni, di progettareed erogare la formazione. Si avvale inoltre di professionisti che si occuperanno della rendicontazione delle attività formative della tua azienda. Una volta terminato l’iter formativo, M2 Informatica ti fornirà tuttala documentazione indispensabile da consegnare al tuo consulente fiscale.

I FONDI INTERPROFESSIONALI PER LA FORMAZIONE: UNO STRUMENTO A DISPOSIZIONE DELLA IMPRESE

I "Fondi paritetici interprofessionali nazionali per la formazione continua" (art. 118 della legge 388/2000 e smi) sono organismi istituiti per finanziare gli interventi di formazione continua dei lavoratori delle aziende che scelgono di aderirvi.

01. Come aderire ad un fondo interprofessionale?

Le aziende aderiscono in maniera volontaria, tramite il flusso Uniemens, indicando al consulente paghe il fondo prescelto. L'adesione è revocabile. La mobilità tra fondi è consentita, con alcune limitazioni.

02. Come sono finanziati i fondi interprofessionali?

Lo 0,30% (dedotti i costi amministrativi) del contributo integrativo per l'assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione involontaria versato dai datori di lavoro all'INPS (art. 25 della Legge n. 845/1978) è restituito al Fondo, a cui l’azienda ha aderito. In pratica, l'azienda non deve sostenere costi aggiuntivi, ma semplicemente indicare dove indirizzare lo 0,30% del contributo obbligatorio

COME USUFRUIRE DI FORMAZIONE FINANZIATA CON M2 INFORMATICA?

Dopo aver aderito al fondo indicato da M2 Informatica, l'azienda può scegliere tra dei corsi a catalogo o richiederne su argomenti specifici. M2 Informatica si attiverà con il fondo per manifestare l'esigenza dell'azienda, individuando tempi e modi per ottenere il finanziamento del corso.

ancora dubbi?

CONTATTACI PER APPROFONDIRE QUESTO ARGOMENTO